Vai al contenuto

Illuminazione a LED e illuminazione tradizionale a confronto

luci supermarket

GLI EFFETTI NEGATIVI
DELL'ILLUMINAZIONE TRADIZIONALE SUL CIBO FESCO

ALL'INTERNO DEI BANCHI REFRIGERATI DI SUPERMERCATI E NEGOZI ALIMENTARI

L’illuminazione tradizionale può causare un rapido deterioramento del cibo fresco, in termini di qualità e conservazione. Il calore e la luce delle radiazioni che vengono emesse, vanno ad intaccare l’aspetto e il sapore del cibo con conseguenze tali da renderne dannoso il consumo. 
Se da un lato l’illuminazione dona brillantezza a tutto il banco, dall’altro riduce la durata di conservazione e compromette l’edibilità del cibo all’interno dell’espositore. 

Le radiazioni emesse dall’illuminazione degli espositori, non specifica per il cibo, impattano negativamente sulle varietà di prodotti deperibili come carne, pesce, formaggi e prodotti di pasticceria e panetteria. Un’illuminazione non adeguata causa effetti negativi sui colori, sul processo di deterioramento, sui sapori e sugli odori. 

REPARTO CARNE

L’illuminazione tradizionale, che ancora oggi viene spesso utilizzata nei banchi espositori di negozi alimentari e supermercati, favorisce lo sbiadimento della carne modificandone il colore naturale ed incrementando la crescita dei batteri. Dato allarmante, soprattutto se si considera la crescente diffusione su larga scala del cibo biologico.  I tagli di carne biologici, per esempio, risultano ancora più sensibili agli effetti della luce e del calore.

La ricerca ha dimostrato che i consumatori proiettano la percezione della tenerezza, del sapore, della succosità del pezzo di carne, nonchè del buono stato di conservazione, sul suo colore e sull’aspetto visivo. Ciò accade principalmente nel reparto gastronomia.

I clienti spesso acquistano d’impulso i prodotti del reparto gastronomia, come salsicce, formaggi e carni e per questo è importante che il loro aspetto catturi l’attenzione al primo sguardo. 

ILLUMINAZIONE TRADIZIONALE

ILLUMINAZIONE A LED

REPARTO PESCE

I livelli di calore e di radiazioni non filtrate possono innalzare le temperature del pesce fino a raggiungere livelli critici. Qualunque temperatura al di sopra di -1,6° centigradi è un terreno fertile per la crescita di batteri. Le radiazioni e il calore possono inoltre indurre la fuoriuscita dell’acqua contenuta nel pesce, diminuendone il peso con conseguenti effetti negativi sulla vendita e sui relativi margini. 

Non solo il reparto carne richiede un’illuminazione adeguata per una sicura conservazione dei prodotti, ottimizzandone la durata.

La tipologia di illuminazione utilizzata negli espositori del reparto pesce fresco è fondamentale in quanto i prodotti ittici si danneggiano più in fretta e presentano un maggior rischio di sviluppare batteri e agenti patogeni rispetto ad altri prodotti. 

ILLUMINAZIONE TRADIZIONALE

ILLUMINAZIONE A LED

L’acquisto dell’illuminazione adeguata per I banchi espositori contenenti cibo è utile ed economicamente vantaggioso. Investire nella corretta illuminazione per  gli espositori permetterà di risparmiare sugli sprechi di cibo, generare più vendite ed incrementerà I profitti generali.

Articolo pubblicato il 2 Agosto 2019

Mark Granfar, CEO Promolux

COME LA LUCE INFLUISCE
SUL DETERIORAMENTO DELLE CARNI

NEGLI ESPOSITORI REFRIGERATI

La mioglobina è una particolare proteina presente nelle carni e fornisce a questi alimenti il loro colore caratteristico. Il colore della carne dipende quindi dalla concentrazione e dallo stato fisico dei pigmenti di mioglobina nelle sue tre forme. Dallo stato fisico della carne in relazione all’esposizione e assorbimento alla luce e dalla concentrazione di ossigeno assorbito. Il grado di esposizione della carne alla luce dipende dal volume delle miofibrille.

Nelle carni a bassi valori di pH determinano muscoli poco rigonfi che non lasciano penetrare la luce negli strati più profondi della carne. Risultato carne colore chiaro perché determinata dagli strati più superficiali ricchi di ossimioglobina. Infatti il pH basso favorisce una maggiore formazione di ossimioglobina perché diminuisce l’attività degli enzimi che utilizzano l’ossigeno.

Nelle carni a pH più elevato con miofibrille più rigonfie si avrà una maggior penetrazione della luce più a fondo. Le radiazioni luminose incidenti quindi tenderanno a scomporsi e ritorneranno in superficie riportando il colore dagli strati più profondi della mioglobina come risultato carni più scure. Riassumendo, quando la mioglobina è a contatto con l’ossigeno, questa si dissolve e come risultato della fotodegradazione gli alimenti che la contengono trasformano il proprio colore in varie tonalità di marroni e grigi.

Estratto da: Journal of Food Research; Vol. 7, No. 6; 2018 ISSN 1927 -0887 E-ISSN 1927-0895

Canadian Center of Science and Education

LA MIGLIOR SOLUZIONE PER L'ILLUMINAZIONE
DEI BANCHI REFRIGERATI

A differenza dell’illuminazione fluorescente, i LED non emettono raggi ultravioletti. Talvolta gli operatori del settore pensano erroneamente di poter utilizzare qualunque tipologia di LED negli espositori refrigerati. Tuttavia le numerose richieste di assistenza che riceviamo da rivenditori preoccupati che, nonostante l’utilizzo dei LED, lamentano disidratazione e scolorimento del cibo fresco esposto molto più velocemente del previsto, dimostrano che non solo la luce ultravioletta è responsabile ma anche le porzioni di spettro visibile.

Promolux è stata un’azienda pioniera nell’illuminazione degli alimenti freschi esposti nei banchi frigo. Infatti, sin dalla sua comparsa sul mercato nordamericano nel 1982, ha lavorato con ingegneri, ricercatori, università, rivenditori e architetti al fine di creare uno spettro di luce che non solo illumina al meglio il cibo esposto, ma elimina anche le porzioni di spettro visibile (tra 500nm-630nm) che sono responsabili del deterioramento del cibo fresco. L‘illuminazione Promolux nelle vetrine refrigerate illumina al meglio l’alimento esposto e riduce il danno causato dall’illuminazione normale, il cibo resta così fresco e inalterato più a lungo.

CARATTERISTICHE TECNICHE DEI LED PROMOLUX

Le caratteristiche fisiche dei LED Promolux si traducono in LED più efficienti e più sicuri. La caratteristica principale dei LED Promolux è la tecnologia dei chip, la partnership con un produttore di chip di alta qualità ha fatto la differenza. I LED Promolux sono realizzati con tecnologia led a bassa potenza e resa termica superiore. Promolux installa più del doppio di led ad alta qualità (rispetto ai LED normali). Così facendo i LED Promolux possono funzionare a bassa potenza ma con un’efficienza lumen elevata.

I LED Promolux hanno una doppia dissipazione termica , quindi una temperatura della superficie molto più bassa cosi che non scoloriscono e non asciugano il cibo fresco come invece succede con i LED normali. L’utilizzo di una doppia quantità di chip per ogni LED e una lente satinata fanno si che la luce dei LED Promolux venga diffusa in modo omogeneo senza ombreggiature o punti scuri, aspetti fondamentali nella commercializzazione di alimenti freschi.

Condividi l'articolo
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.